Olympus DAO: Cos’è, Come Funziona, Come Investire, Pro e Contro

Utilizzare le stablecoin può sembrare rassicurante perché il loro potere di acquisto è lo stesso delle valute fiat, ma cosa succede se la stessa valuta fiat viene deprezzata? La risposta è: anche la stablecoin subirà lo stesso destino.

A dare una soluzione ci pensa Olympus DAO, un progetto che ha sviluppato un protocollo di valuta di riserva che emette il token OHM.

Cos’è Olympus DAO

Lanciato nel marzo 2021, Olympus è uno dei nuovi DAO, o Decentralized autonomous organization, che punta a creare una valuta per competere con il dollaro.

Il suo token nativo è OHM, una valuta a fluttuazione libera, non ancorata a nessuna valuta, ma il cui valore è reso stabile da un paniere della tesoreria. Un token, quindi, supportato ma non ancorato.

L’obiettivo di questo progetto è quello di fornire servizi di staking e bonding combinati con il token OHM e di realizzare un mezzo di scambio di valuta nel mondo reale.

Come funziona Olympus DAO

Il sistema di Olympus DAO è spiegato in maniera chiara direttamente sul sito ufficiale, che afferma che “ogni token OHM è supportato da 1 DAI nella tesoreria”.

Perciò, ogni OHM emesso deve essere sostenuto da $1 in garanzia. Tuttavia, il protocollo ha ampliato la tesoreria per includere altre risorse oltre al DAI, come FRAX, i token OHM-DAI LP di SushiSwap e i token OHM-FRAX LP di Uniswap.

Gli utenti possono interagire con il modello di governance del progetto, mettere in staking OHM e sfruttare una strategia chiamata bonding.

Il token OHM

Ad alimentare il sistema c’è il suo token OHM, un token garantito, poiché è supportato da un tesoro di criptovalute, noto anche come valore controllato dal protocollo o PCV.

OHM è anche un token di governance, perciò i suoi detentori possono partecipare ai processi decisionali sul futuro del progetto.

La capitalizzazione di mercato dell’asset crittografico è di circa $3,6 miliardi con un volume di scambio giornaliero di $38,76 milioni e 4,29 milioni di OHM in circolazione al momento della scrittura.

Come investire in OHM

Il token OHM può essere acquistato su uno scambio decentralizzato, come Uniswap o SushiSwap, e può essere impiegato per lo staking ed il bonding.

Lo staking è il processo attraverso il quale il protocollo emette nuovi OHM. Puntare i token consente sia di bloccare le quote della fornitura totale di token e sia agli utenti di ottenere ricompense in OHM. Il tasso di ricompensa varia a seconda del numero di OHM puntati nel protocollo.

Il bonding è il processo di vendita di un token LP o asset crittografici come DAI, LUSD, FRAX e WETH a Olympus in cambio di OHM ad un prezzo scontato, che matura nel corso di cinque giorni.

Questo meccanismo consente al protocollo di accumulare più risorse e far crescere il proprio tesoro e di possedere e controllare la propria liquidità.

Conclusioni: pro e contro

Il progetto sta crescendo velocemente, e ha già raggiunto traguardi importantissimi. Infatti, OHM ha una capitalizzazione di mercato che la collocherebbe come la decima più grande stablecoin e la classificherebbe al quinto posto tra quelle decentralizzate.

Tra i vantaggi c’è la grandissima novità di una stablecoin non più ancorata, ma supportata dal tesoro di Olympus, oltre al fatto di essere governata dagli stessi utenti.

Uno svantaggio, invece, è l’elevata volatilità del prezzo che un giorno potrebbe stabilizzarsi.

Michele Borelli
Latest posts by Michele Borelli (see all)