Comprare Dogecoin: Come e Dove Acquistare la Criptovaluta DOGE

Ci sono molti modi per acquistare criptovalute. Puoi comprare direttamente da uno scambio, puoi anche estrarre le criptovalute. Ma da dove si comincia? Se sei nuovo nel mondo delle criptovalute, potrebbe essere un po’ confuso sapere come e dove comprare DOGE.

In questo articolo scopriremo di più su Dogecoin: come funziona, come fare per acquistare una criptovaluta, Elon Musk e Dogecoin, se conviene e tanto altro.

Dove e Come Comprare Dogecoin

Dogecoin è disponibile nei migliori exchange per l’acquisto di criptovalute.

Persino broker come Revolut, eToro, ed altri lo hanno inserito dando un grosso punto a favore alla semplicità di acquisto.

E’ inoltre possibile comprare Dogecoin con PayPal.

Cos’è Dogecoin?

Dogecoin è una criptovaluta open source che prende il nome dal popolare meme doge di Internet, che è un’immagine dello Shiba Inu, un cane da caccia giapponese.

Come Funziona: Quali sono le caratteristiche chiave di Dogecoin?

Dogecoin è un fork della criptovaluta Luckycoin, che a sua volta è un fork di Litecoin.

  • Algoritmo di estrazione di monete: AuxPoW (prova di lavoro ausiliaria, prova di lavoro alternativa).
  • Funzione hash: Scrypt.
  • Emissione: illimitata.
  • Tempo di permanenza del blocco: 1 minuto.
  • Dimensione della ricompensa: 10.000 monete per blocco (inizialmente, i minatori hanno ricevuto una ricompensa
  • casuale fino a 100.000 monete, a marzo 2014 è stata stabilita una ricompensa fissa).
  • Algoritmo di difficoltà: DigiShield.
  • Difficoltà di estrazione: aggiustata con ogni blocco.
  • Tasso di inflazione: 5,2 miliardi di DOGE all’anno.
  • Velocità di elaborazione delle transazioni: 6 minuti.
  • Commissione per bonifici: 1 DOGE indipendentemente dall’importo.


Chi, quando e perché ha creato Dogecoin?

Dogecoin è stato lanciato dopo che un australiano Jackson Palmer, un addetto alle vendite di Adobe Systems, il 27 novembre 2013, ha deciso di scherzare sul numero in rapida crescita di criptovalute. Su Twitter ha annunciato che stava investendo in una nuova valuta digitale e ha espresso fiducia nel suo imminente successo. Uno degli abbonati di Palmer, uno studente del Front Range Community College, ha suggerito di dare vita all’idea. La notizia della “moneta del cane” iniziò a diffondersi in rete, e Palmer decise di passare dalle parole ai fatti.

Ha acquistato il dominio Dogecoin.com, ha creato una versione base del sito, ha pubblicato l’immagine di una moneta con il suo meme doge preferito sulla home page e ha lanciato una chiamata: “Se vuoi dare vita a Dogecoin, mettiti in contatto .”

Palmer è stato contattato dal programmatore americano Billy Markus, che voleva creare una criptovaluta comica che avrebbe superato Bitcoin in popolarità, e si sarebbe anche allontanato dalla controversa storia di altre monete. L’idea di Palmer gli è piaciuta e ha deciso di trasformare Dogecoin in una vera e propria criptovaluta sulla blockchain di bitcoin.

Il blocco della genesi è stato rilasciato il 6 dicembre 2013 e Dogecoin è stato annunciato ufficialmente l’8 dicembre. Poche ore dopo la comparsa della moneta, è stata creata una piscina mineraria e si è formato il primo blocco.

Il duo fondatore suona ancora sotto il giocoso moniker “Sibetoshi Nakamoto”, ma nel 2015 Palmer si è ritirato dal progetto. Lo sviluppatore principale è Max Keller, gli altri sviluppatori sono Ross Nicholl e Patrick Lodder.

Come si sta evolvendo Dogecoin?

Subito dopo la nascita di Dogecoin, i suoi utenti hanno iniziato a fare beneficenza attraverso la Dogecoin Foundation, creata nel 2014: hanno raccolto fondi per inviare una squadra di bob giamaicana alle Olimpiadi invernali 2014 di Sochi, per lanciare due pozzi d’acqua in Kenya, per eliminare le conseguenze delle inondazioni in Kashmir e ha anche finanziato il corridore NASCAR John Wise.

Dogecoin ha attualmente una comunità attiva, è disponibile su quasi tutti gli scambi ed è supportato da molti portafogli multi-valuta. Notoriamente, Elon Musk ha esposto il suo interesse nella criptovaluta su Twitter, motivando molti utenti ad acquistare Dogecoin.

Uno dei casi d’uso più popolari per Dogecoin è pagare gli utenti dei social media che creano o condividono contenuti.

Il 5 settembre 2018, una dimostrazione della tecnologia Dogethereum Bridge, una versione demo del Dogethereum Project (DOGX), un sistema intelligente basato su contratti che consente a DOGE di spostarsi da e verso la blockchain di Ethereum e potenzialmente scalabile ad altri ecosistemi compatibili, ha avuto luogo.

Dogethereum è basato su Dogecoin e funziona con l’algoritmo Ethash. Durante il lancio del progetto DOGX, tutti gli utenti Doge hanno ricevuto monete DOGX con un rapporto di 10.000: 1 (10.000 Doge per 1 DOGX). Tuttavia, il ramo principale di Dogethereum su Github non è stato aggiornato da settembre 2018, i social network del progetto sono stati abbandonati e il volume degli scambi sull’unico scambio è scarso.

Michele Borelli
Latest posts by Michele Borelli (see all)