Come Comprare Ripple: Guida Definitiva

Quando si tratta di comprare criptovalute come Ripple, una delle più grandi domande che avrete è come si fa a mettere le mani su Ripple? Puoi comprarlo su Binance.

Ma questo può essere molto difficile, soprattutto se non hai mai sentito parlare di questa borsa e la sua reputazione di essere molto complessa e difficile da navigare.

In questo post, condividerò con voi un processo passo dopo passo per comprare Ripple, in modo che sia il più facile possibile.

Come Comprare Ripple

E’ possibile acquistare Ripple tramite i principali exchange di criptovalute.

Cos’è Ripple?

Ripple è un protocollo di regolamento lordo in tempo reale, cambio valuta e sistema di trasferimento di denaro. Il protocollo supporta token che rappresentano valute legali, criptovalute, materie prime e/o altri asset.

Ripple è stato creato come metodo di regolamento alternativo per il sistema bancario, non come alternativa alla moneta legale e al sistema bancario tradizionale.

I principali clienti di Ripple sono le banche che utilizzano la soluzione software xCurrent per effettuare pagamenti transfrontalieri con monitoraggio in tempo reale dei trasferimenti. Gli utenti regolari possono anche utilizzare la valuta digitale di Ripple per gli insediamenti.

Chi ha creato Ripple e quando?

Gli sviluppatori diretti di Ripple sono il programmatore americano Jed McCaleb, il crittografo David Schwartz e il programmatore-codificatore Arthur Britto. L’autore del concetto di base è il programmatore canadese Ryan Fugger. Nel 2004, Fugger, dopo aver familiarizzato con il lavoro della filiale di Vancouver del sistema di scambio locale, si interessò all’idea di creare un sistema di pagamento decentralizzato. Nel 2005, ha lanciato la prima iterazione di un tale sistema, RipplePay.com, che non è stato ampiamente adottato.

Nel 2011, Fugger ha trasferito una delle posizioni di vertice della sua azienda a Jed McCaleb. Invitò David Schwartz al progetto e assunse Arthur Britto come responsabile dello sviluppo. Nel 2012, McCaleb ha creato OpenCoin e l’imprenditore americano Chris Larsen è diventato il suo CEO, mentre Fugger ha lasciato il progetto. Nel 2013, la società ha cambiato nome in Ripple Labs, Inc. L’attuale CEO della società è l’economista e imprenditore Brad Garlinghouse, succeduto a Chris Larsen in questa posizione.

Cos’è XRP?

XRP è la valuta digitale della rete Ripple che esiste solo nel sistema Ripple. 1 XRP è suddiviso in un milione di unità chiamate “gocce”.

L’intera fornitura limitata di token XRP (100 miliardi) è stata pre-minata. Il quasi mining della moneta è a disposizione degli utenti: possono partecipare a ricerche scientifiche supportate da Ripple Labs, eseguendo calcoli o eseguendo altre azioni utilizzando algoritmi di calcolo, e ricevere come ricompensa token XRP.Ripple possiede il 65% di tutti i token, il restante Il 35% viene emesso sul mercato. Gli utenti della rete Ripple non sono tenuti a utilizzare XRP, tuttavia, è richiesto uno stock XRP di 20 per ogni account Ripple.

XRP funge da ponte di pagamento che viene utilizzato quando non è disponibile uno scambio diretto di asset, ad esempio quando si tratta di due asset raramente scambiati.

Sulla rete Ripple, i token XRP vengono scambiati liberamente con denaro fiat o criptovalute, tuttavia, Ripple considera il token principalmente come un mezzo di pagamento e uno strumento nelle transazioni di cambio, e non come una valuta digitale alternativa.

Qual è il meccanismo di costruzione del consenso in Ripple?

Ripple non utilizza la tecnologia blockchain. Le transazioni sulla rete vengono confermate attraverso un processo di costruzione del consenso noto come Ripple Protocol Consensus Algorithm (RPCA).

Come parte di questo processo, la maggior parte dei server, indicati anche come nodi inclusi nell’elenco dei nodi univoci, devono accettare che la transazione sia valida e che il mittente disponga di fondi sufficienti per completare la transazione. RPCA fa parte del protocollo di pagamento Ripple Transaction Protocol (RTXP), sviluppato nel 2012 da OpenCoin.

Nel febbraio 2018, Ripple ha pubblicato due nuovi white paper che descrivono l’algoritmo di consenso alla base del token XRP e come ottenere una maggiore diversificazione delle connessioni per ciascun nodo della rete.

Il primo documento, Analysis of the XRP Ledger Consensus Protocol, fornisce evidenza che, nell’ambito delle fasi pianificate di ulteriore decentramento della rete, questo algoritmo garantisce la sicurezza e la vitalità della rete, compresa l’assenza di fork.

Il secondo white paper fornisce una panoramica di Cobalt, un rivoluzionario algoritmo di consenso asincrono volto a migliorare il protocollo XRP esistente creando maggiore flessibilità nella creazione di un elenco univoco di nodi.

Quali sono i componenti principali dell’ecosistema Ripple?

I tre prodotti principali di Ripple Labs – xCurrent, xRapid e xVia – formano un ecosistema guidato dalla rete RippleNet di banche e istituti finanziari.

xCurrent

La piattaforma xCurrent consente alle banche di effettuare pagamenti transfrontalieri istantanei in coppie fiat altamente liquide (USD/EUR, USD/JPY, ecc.). xCurrent fornisce un processo automatizzato per garantire che tutti i pagamenti siano tracciati e contabilizzati. xCurrent è composto da quattro componenti:

Messaggero.
Messenger xCurrent è un’API aperta per la messaggistica bidirezionale che consente alle banche di interagire prima che venga avviata una transazione, nonché di scambiare informazioni importanti: i dati dei clienti

x ed eventuali rischi, dettagli di commissioni e pagamenti, informazioni sui tempi stimati dei trasferimenti di denaro. Se le informazioni mancano o sono errate, le parti possono informarsi in anticipo.

Registro ILP
Il registro ILP (Interledger Protocol) è un sottoregistro del registro di ciascuna banca che effettua una transazione. È responsabile del monitoraggio degli impieghi, degli addebiti e della liquidità nelle banche cooperanti, assicurando la fattibilità delle operazioni. ILP garantisce l’integrità del sistema: le transazioni avvengono istantaneamente o non avvengono affatto. Ciò elimina il rischio di mancato regolamento, poiché il pagamento viene elaborato nella sua interezza o annullato in anticipo.

Validatore
Il validatore, utilizzando metodi crittografici, conferma il successo o il fallimento delle transazioni, coordina il movimento dei fondi nei registri ILP, inoltre elimina tutti i rischi di mancato regolamento e riduce al minimo i ritardi nella consegna dei fondi. Il validatore fornisce ai partecipanti alla transazione un’unica fonte di dati affidabili, mantenendo la riservatezza delle informazioni. La banca può utilizzare il proprio validatore oppure affidarsi al validatore della controparte dell’operazione.

Fx-ticker
FX-ticker tiene traccia del conto, della valuta e delle credenziali di ciascun protocollo creato, confronta e conferma le quotazioni, accompagna le transazioni e registra i dati su di esse nel diario ILP della banca ricevente.

xRapid

La piattaforma di pagamento xRapid risolve il problema di liquidità affrontato dalle banche internazionali: devono conservare denaro in diverse valute locali per effettuare trasferimenti di denaro. xRapid offre loro la possibilità di liberare questo capitale utilizzando XRP come “intermediario”. La valuta principale della banca viene scambiata con XRP e, dopo l’elaborazione riuscita della transazione, l’XRP viene scambiato con la valuta locale.

Una tipica transazione xRapid richiede circa quattro secondi per essere elaborata. Per ogni transazione viene fissata una commissione pari a 0,00001 XRP. La commissione non viene assegnata da nessuno: l’XRP addebitato viene distrutto e il numero totale di monete diminuisce. La commissione aumenta se l’utente effettua transazioni ad alta velocità (diverse migliaia al minuto) e diminuisce dopo un periodo di inattività. Questo modello è progettato per proteggere il sistema dallo spam delle transazioni.

xVia

xVia è un’API in fase di sviluppo che collega parti dell’ecosistema Ripple. Con il suo aiuto, le aziende saranno in grado di connettersi con RippleNet ed effettuare pagamenti istantanei su diverse reti in tutto il mondo. xVia non ha bisogno di essere installato, funziona come un’estensione del browser e può essere integrato nel software esistente.

Qual è l’architettura di Ripple?

L’architettura di Ripple assomiglia a quella del sistema di pagamento globale SWIFT, ma invece di un processore centrale, Ripple utilizza la propria rete globale, RippleNet.

Una transazione sulla rete Ripple è una modifica del registro proposta da qualsiasi server ed è distribuita su tutta la rete di nodi Ripple attivi (server). Dopo aver ricevuto o formato una transazione, i server raggiungono automaticamente un consenso su quali transazioni devono essere aggiunte al registro e quali devono essere escluse dall’aggiunta.

Altri componenti della rete Ripple:

  • Partecipanti alla condivisione delle risorse.
  • I validatori sono nodi considerati affidabili dalla maggior parte dei partecipanti alla rete. Monitorano e verificano le transazioni e l’altro, oltre a garantire l’integrità del libro mastro pubblico con i dati sulle obbligazioni di debito. I membri della rete possono scegliere server e validatori
  • Gateway esterni utilizzati per tradurre lo scambio interno in qualsiasi tipo di valuta. Le banche sono di solito gateway.